Alexis Duque

 

Asteroid

Piazza del Teatro - marzo 2017

 
  • Foto Installazione
  • Foto Installazione
  • Foto Installazione
 
 
"I miei dipinti indagano la percezione dei processi di urbanizzazione, tra innocenza e violenza, trasgressione ed equilibrio"
 

Alexis Duque ha ottenuto la laurea di primo grado in Fine Arts presso l'Università di Antioquia, Colombia. Il suo lavoro è stato esposto in numerose sedi, tra cui: El Museo del Barrio, The Drawing Center e Praxis International Gallery di New York; Museum of Latin American Art (MOLAA), Long Beach, CA; Campione contemporanea, Austin, TX; Il B. Dow Museo Alden della Scienza e Arte, Midland, MI; RudolfV Gallery, Amsterdam, Paesi Bassi e Galleria Oxholm a Copenhagen, Danimarca. Attualmente vive e lavora a New York. Alexis Duque produce dipinti e disegni di edifici e di interni domestici impilati e conglomerati in assurde composizioni impossibili. La sua precisione psichedelica e i suoi trucchi prospettici trovano punto nei lavori di M.C. Escher: case, salotti, binari del treno, e vicoli iventano masse su cui ruotano e sembrano crollare nuovi mondi o grattacieli impossibili, come in un buco nero. Le sue vedute dall’alto invece sono ispirate alla poetica dei futuristi italiani, come per esempio le città viste dagli aeroplani. Attraverso un accatastamento giocoso, Duque riordina le sue città fantastiche per esaminare le proprietà formali dell’architettura. I processi caotici e inevitabili di urbanizzazione nel nostro mondo globalizzato e sempre più popolate sono il fulcro della sua piu’ recente produzione. I suoi dipinti mettono in evidenza la dualità esistente tra caos e saturazione di oggetti di uso quotidiano, esaltata dalla totale assenza di esseri umani sottomessi nel paesaggio naturale.Tra narrazione utopica e visione post-apocalittica, in “Asteroid” l’artista realizza con linee sottili e precise una composizione complessa che restituisce la claustrofobia architettonica delle grandi metropoli.

Questa installazione è ospitata da



Twitter Facebook Google+ LinkedIn buffer StumbleUpon Digg flattr Pinterest tumblr Reddit Email

BACK